Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 14 ottobre 2008

Quante ombre apparentemente statiche produce questa luna stanotte, non sono la sola a guardarla, lei regna suprema , non si vedono stelle vicino, forse si vergognano di mostrarsi così piccole e insicure. Inspiro un’aria tiepida, quasi primaverile, non sembra sopraggiungere l’inverno con le sue giornate pungenti.
Che serata stupenda! La solitudine mi sorride amica, posso gustare ogni raggio di luna, posso scrutare ogni forma creata dal buio che si trasforma in ombra. Non è poi così notte questa sera, non è poi così calda l’aria che respiro, non sono poi così sola. Tutto sfuma e assume nuovi significati: quello che di giorno appariva come un GinKgo biloba arricchito di sfumature arancioni come i tramonti invernali, si trasforma in mille ombre ondeggianti al vento, inquietanti tra il silenzio che sovrana l’atmosfera.
Sembra di essere entrata nel quadro di Magritte Empire of Light (L’Empire des lumières): non è notte e non è giorno, ma è mezzanotte e mezzogiorno… come rispecchia quello che sento in questo momento! Sono io, con la mia corporeità attualmente percepita, con i miei confini di pelle, che delimitano il mio essere. Sono vicina, a contatto, ma anche distante da te. La mia pelle non basta a proteggermi dall’esterno, basta una tua parola audace per ferirmi all’istante. Sono felice per la tua presenza nel mio cuore, ma triste per la tua assenza prolungata. Sono io e sono te, ma non sono proprio te e non sono unicamente io.

Annunci

Read Full Post »