Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2010

Sarà l’arcobaleno che illumina i miei occhi di felicità, o questo silenzio che tace il dialogo interno, o il canto dell’acqua che scorre scorre scorre, sarà questo fresco di montagna che agita le mie emozioni, sarà che sono arrivata in paradiso dopo tanto tempo di ricerca di me stessa.

Sono arrivata in paradiso, qui non si scherza, si è felici seriamente, si gioca per giocare e si ride per essere se stessi, qui il tempo scorre lento lento, anzi lo puoi regolare come piace a noi, qui le distanze sono invisibili e posso essere da te anche adesso, qui si sente la pace, quella pace che svuota la mente di preoccupazioni, quella pace per essere viva e felice adesso con te

con te creatura perfetta che giaci al mio fianco con enorme saggezza, con te che non parli con le parole

e sono qui a pensare a chi mi vuole bene rendendo presenti gli assenti e facendo scomparire la paura della solitudine.

Rimango in questo paradiso di natura, emozioni, letture e note che danzano nel mio cuore e trasformano i pensieri in poesia.

Read Full Post »

my arms around you

I tuoi occhi sono i miei occhi, proprio adesso mentre i capelli si spettinano al vento forte di questa giornata di sole, proprio adesso che bevo da questo bicchiere: è come se fossi te. Forse ti ho accolto nei miei sogni per viverti ancora più intensamente o forse è bastato immaginarti tra le mie braccia in un incontro di corpi. Quale legge ha attratto le nostre strade facendoci percorrere lo stesso sentiero proprio adesso? I miei occhi sono finestre che oggi accolgono l’infinito dinanzi a me, dinanzi a questo mare che ha le stesse tonalità dei tuoi occhi. E non ci sono però, non ci sono ma, non ci sono se, forse un perchè c’è se ci siamo incontrati adesso. Non so se riuscirò mai a ricambiare il regalo che mi hai fatto, per ora ti dono il mio sguardo divertito, la mia presenza dolce e accogliente e domani…chissà ci incontreremo ancora in un altro scambio di doni.

Ho assaporato ogni tuo sguardo questa sera e ogni tuo sorriso diventava subito brivido nella mai pelle. Ho accolto per tutto il tempo la tua presenza energica e forte ed è forse questo che ti rende speciale: essere forte e dolce nello stesso tempo come il sole che deciso riscalda il mio corpo e bacia la mia pelle donandola di bellezza. Cerco di farmi bastare tutto te, cerco di non pensare a domani quando nostalgica partirò, quando abbracciando i ricordi saluterò la mia terra e saluterò te e ti lascerò andare seppur piangendo per averti assaporato troppo poco e per averti conosciuto appena. Il mio corpo avrà nostalgia del tuo corpo e le mie fantasie avranno bisogno di te per un pò, finchè il ricordo  sfumerà forse per sempre, come le onde increspate dal movimento di noi che senza sforzo ritornano acqua mescolata con acqua, gocce mescolate con le gocce. Sento ancora la tua presenza, tu seduto qui al mio fianco, sento ancora le tue braccia forti che timide mi sfiorano, ti sento ancora troppo dentro per poterti dimenticare.

Read Full Post »

Torn

Mi chiedi come sto, mentre sto cantando te, mentre cerco di sentire la canzone che si fonde con l’emozione, ma la mia voce rimane spenta, perchè mi arrabbio per niente, ogni volta delusa perchè non sei come ti voglio io, quando la smetterò di volerti cambiare? quando la smetterò di sentire rancore per quello che non mi racconti?

Ma la storia continua sempre la stessa, sempre la stessa sensazione di inutilità perchè non ho ancora capito niente di te, allora chiudo la conversazione e rimango con la mia canzone che potrei cantare all’infinito, ma non sarà mai come la vorrei perchè finchè la dedico a te, le note vanno dove vogliono, dove sento che vogliono andare

e rimango lacerata, un’altra volta distesa sul pavimento, forse rassegnata perchè posso cambiare tutto, ma proprio te non ti capisco, non cambierà la sensazione di essere di nuovo lacerata

adesso la sento questa canzone, la sto respirando e ad ogni inspiro entra dentro come un profumo, senza sforzo ed ora? Non mi resta che cantarla, immaginando che tu la possa ascoltare, immaginando di averti di fronte con il tuo solito sguardo accogliente, che adoro e che nello stesso tempo mi lacera

Read Full Post »

dolce sentire il silenzio della notte che sovrasta anche il canto del ruscello, mentre le mie orecchie si allungano per sentire se i tuoi passi si avvicinano o si allontanano dalla mia anima

dolce aspettarti tra il grano che cresce e l’erba che chiede di essere tagliata

dolce assaporare quell’ebrezza di essere accanto ad uno sconosciuto che vuole bere dal mio bicchiere

mi riconosco in quegli occhi, ma mi stupisco di quella voce profonda che scava dentro i miei abissi, quella voce che entra senza esitare

dolce silenzio della notte parla a quella voce che trema di fronte a quel pubblico giudicante di applausi soffocati, annulla ogni mio timore di perdere quell’ombra che vedo dietro di me

sei ancora al mio fianco? mi volto per cercarti ma non so chi sei, ancora non so chiamarti per nome, forse mi sono seduta dentro le tue mura per capire un pò meglio come ci abiti tu, forse alla fine è l’unica cosa che cerco: parlarti per parlarti, ridere per comunicare, cantare per conoscere, abbracciare per amare

amare anche solo un soffio di te che accarezza le mie braccia, amare anche solo le tue mani che si muovono mentre danzi, amare semplicemente te in quanto diverso da me, amare per amare e non ho nient’altro da dire

Read Full Post »