Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2012

Voglio colorare la mia vita di te, riempirla fino a non poterne più,

voglio sentire ogni improvvisa emozione che hai da esprimere,

voglio sentirti tutto e lasciarti devastare tutto come la prima volta!

Lascia che rimanga un deserto dietro te, mi lascerò sconvolgere un’altra volta per essere nuovamente NOI al ritmo delle onde musicali e dei battiti del cuore.

Entra pure, non ho più paura.

Sono stanca di segmentarmi per le altre persone che mi prendono per metà, un terzo o mi vivono totalmente per il loro piacevole uso-abuso e consumo.

Sgranchisco i sentimenti di stamattina, facendo pulizia nelle amicizie fasulle, nei miei sentimenti costruiti ad hoc per far funzionare quella o quell’altra relazione.

Mi fido, ti aspetto, vivimi per tutta quella che sono…

Read Full Post »

Dimmi che è vero, eravamo noi due l’altro ieri, che cavalcavamo il cielo più in alto delle mie paure, dimmi che eravamo noi due, proprio io e te e nessun’altro.

Ho aspettato questo momento passando per tutte le stagioni delle mie emozioni, perdendo completamente i rapporticon la realtà precedente e i confini di me stessa. E  così ci siamo incontrati…solo lasciandomi annegare nella tua incoerenza e complessità, è solo così che mi sono lasciata affondare da te, accettandoti anche se non sei esattamente cometi vorrei.

Ancora non riesco a crederci…poi sento le cicatrici doloranti e mi rendo conto di essere proprio stata io ad attraversare il mare a nuoto per raggiungere quel traguardo assieme a te. Pensavo di averti perso molto treni fa e invece, da qualche parte, comunque, vegliavi su di me, stavi al mio fianco; mi hai aspettato ed eccomi! Ricca di nuova esperienza, ricca di te, di una nuova me e di noi.

Sento tutto quello che si può sentire, così come ho sentito l’inferno quando avevo deciso di smettere di provare così tanto… ogni nota che suoni risuona nelle mie vene e scorre a ritmo dei miei battiti d’anima.

Devo realizzare di essere ancora viva…ora esco e accarezzo i raggi del sole mentre la mia musica mi sveglia dolcemente dal sogno di averti qui con me di nuovo. E perchè oggi tutti mi cercano tra la confusione di questo sogno realizzato? cosa vogliono da me? Non cerco confronti, nè nuove amicizie, perdonami, ma cercavo di raggiungere questo obiettivo solo con te e l’ho fatto e tutto il resto del mondo non c’entra più niente.

Lascio la porta aperta, questa volta e non ho paura, se vorrai entrare nuovamente, ti accoglierò, ricca del mio passato, delle mie emozioni e della voglia di viaggiare con te al mio fianco dove tu vorrai, di volta in volta.

Read Full Post »

Mi sono sentita una principessa, l’altra sera, mentre cantavo la canzone che abbiamo scelto assieme e scioglievo dolcemente ogni paura. Ho capito cosa cercavo. Nient’altro che quello. Era così semplice da capire: un altro essere vivente con cui condividere le esperienze di vita e trasformarle in arte, che avesse il coraggio di affrontare l’esperienza del dialogo in duo e la forza di lasciarsi assorbire nel mio mondo, senza perdersi. Punto.

Sapresti dirmi dove inizia questa nuvola e dove finisce quel raggio di sole che incontra il terreno? Sapresti prendere in mano questo vento e gettarlo via perchè non ti serve? è così che ho percepito il nostro lavoro assieme: due anime che sottovoce hanno ballato al ritmo dell’incostistente momento presente, si sono lasciate guidare da un cieco pubblico e hanno apprezzato i taciti battiti di mani, ancor prima della fine delle pazze esibizioni, senza confine alcuno tra le due parti che si sono messe in gioco, senza dover per forza cambiare colore, anche se il sole è cambiato e la sera è arrivata con le sue attese e i suoi progetti realizzati.

E ora dimmi dove ho lasciato la ricerca che prima guidava ogni mia scelta, quella costante ricerca di qualcuno che avesse la grandezza di essere al mio fianco e l’umiltà di non volere niente in cambio? Dimmi dov’è finita, visto che ora passeggio nella foresta senza meta e senza obiettivi, avendo appena raggiunto la cima della montagna più bella?

Penso che cambierò ruolo, mi siederò su quella roccia e aspetterò, ma senza paura alcuna, attenderò che tornerai per abbracciare ancora il mio desiderio di viaggiare con te, ancora una volta, in cima ad un’altra vetta, là dove nessuno ha ancora provato ad accedere e dove a noi risulta facilissimo correre assieme, ricercando le note più sublimi e immortali!

Read Full Post »