Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘montagna’ Category

Aspetto di partire per un nuovo viaggio, ascolto il vento sussurrarmi dove andare, meglio agire e non pensare troppo alla ricerca di un senso che non c’è in sé, ma sono io che lo trovo. Come se ci fosse un legame significante tra tutti gli eventi accaduti nel passato che li lega annodandoli tra loro entro un coerente disegno prestabilito.

Ma siamo in balia degli eventi casuali che accadono e ogni giorno dobbiamo dimostrare al mondo di non averne paura, sempre pronti a ripartire, ripercorrere le stesse abitudini, incontrare gli stessi visi, tranquilizzati dalla stabilità e la ripetitività delle persone che incontriamo

e se fosse tutto casuale, che senso avrebbe tutto ciò? Quello che noi troviamo in quel momento. Non c’è altro.

Perdiamo guide speciali, senza un sacro perchè, ma semplicemente perchè in quel momento hanno perso l’equilibrio e la terra sotto i loro saggi piedi

Calpestiamo gli altri senza volerlo per una parola che ferisce senza intenzionalità

Restiamo soli senza motivo e guardiamo il cielo inerme e la luna che ride di noi

Sento l’avventura che non mi spaventa, pronta a ripartire e ad affrontare le imprevedibili intenzionalità altrui e la natura impetuosa con le sue tempeste e soli acciecanti

Annunci

Read Full Post »

Al di là di questa distesa impervia verde, dove il mio sguardo vede sfumare la roccia con il sole, sento che tu mi osservi con il tuo saggio sguardo e mi incoraggi con la tua calda voce, augurandomi buon cammino. Ti sento vicino, riesco a sentire i tuoi passi dinanzi a me e il tuo battito intercalare il mio passo, mentre felice osservo quella meraviglia creata da Dio. E le marmotte mi avvertono che tu sei lì accanto a noi e mi ricordano quanto amore hai trasmesso: devozione per la montagna, rispetto per gli animali, costanza e coerenza nei nostri impegni quotidiani, gioia di camminare assieme, ogni giorno. Vorrei non avere incertezze, né paure, vorrei sentire forti le mie gambe mentre mi aggrappo alla montagna, ma mi spaventa un pò quest’altura e quelle rocce lisce. E ripenso a quando sono scivolata mentre camminavo con gli scarponi consumati su quella dannata pista da scii, il malleolo aveva ceduto e tu ne eri rimasto dispiaciuto! Amo queste montagne, con il sole e con la pioggia e ringrazio il Signore per avermi fatto incontrare un maestro di vita così forte e tenace. Chi lo ha incontrato ha acquisito una parte di lui dentro sé, per sempre. C’è il tuo sguardo nei miei occhi che scrutano le cime delle montagne in cerca di caprioli, c’è la tua voce che risuona dentro me con parole di fiducia, ci sono i valori che mi hai trasmesso nella guida delle mie scelte più importanti. Sei la nuvola più alta che mi osserva in questo momento, ad un passo da me, ma così bella e trasparente da non accorgersi della tua presenza. Avresti potuto esserci nel momento più importante della mia vita per incorniciare un sogno, ma te ne sei andato prima, senza preavviso, ironicamente caduto tra le braccia di quelle montagne che hanno accolto il tuo passo per anni. Hai salutato questa vita terrena in un modo a noi incomprensibile ed hai lasciato ognuno solo a fare i conti con la tua non presenza che è diventata una guida costante per noi e un ricordo perenne. Chissà quante cose avremmo potuto dirci e fare ancora assieme, beh tu guardaci da lassù o da quaggiù, chissà dove sei e manda qualche suggerimento a noi, mentre in silenzio ascoltiamo il fruscio del vento fresco che profuma di vita e di legno tagliato.

Trovare un senso per non perdersi nel ricordo

Read Full Post »

gocceCom’è buio amore, hai ragione,

non è nebbia, è foschia

quella che nasconde le montagne laggiù

e offusca la nostra vista,

lo ripeti come se volessi stupirmi,

la pioggia ti sorprende con le sue lenti gocce

che bussano alla finestra invitandoci ad accoglierle

come dono di primavera,

è buio amore mio

ma non avere paura

continua a scrivere, non fermarti…

intanto pensi ai fulmini, al temporale

e i tuoi occhi diventano grandi e si impauriscono

mentre accenni un sorriso vibrante

sul tuo quaderno diventa una linea marcata a zig zag

che taglia a metà due fogli

riempiendo il tuo cuore di stupore,

è solo piogerellina, non aver paura,

piove e sono vicino a te

dai, continua a scrivere!

Read Full Post »

Trovo la musica in sintonia con le mie emozioni

al ritmo del mio cuore,

amplifica le sensazioni che provo in questo momento

la ascolto ed entra senza resistenze dentro la mia anima,

questa musica evocativa accompagna il viaggio verso te

e mi lascio attraversare da essa come una montagna

che accoglie il suo ruscello.

Un incontro fugace di sguardi tra chi attende l’arrivo,

troppo imbarazzante e invadente guardare le persone negli occhi,

meglio osservare fuori dal finestrino,

persi a scrutare chissà quale desiderio

osserviamo le immagini dell’ambiente

che cambia apparentemente interessati, come se vedessimo un film:

l’alternarsi di alberi lascia intravedere in lontananza le montagne blu

che ora si nascondono dietro le case

e corro verso te superando la distanza che ci divide.

Un dolce pianoforte accompagna il mio viaggio

rendendomi improvvisamente vicina al tuo cuore.

Chiudo gli occhi e sono subito da te,

lascio l’immediatezza del presente

per entrare in una dimensione senza tempo,

mi perdo in essa alternando differenti stati di coscienza

mi lascio cullare dai ricordi di Selva,

diapositive di avventurose esperienze con te…

ti porterò sempre dentro me

e te lo dimostrerò con le mie azioni quotidiane

Read Full Post »

Grazie

Padre Filippo

perchè hai trasmesso

ai giovani e ai non giovani di

tutta Italia l’amore per la montagna e il

rispetto per la natura, per la fiducia che hai sempre

avuto nelle persone e nella vita stessa, per la tua incrollabile

fede in Dio, per le tue preghiere quotidiane, per le rilassanti

meditazioni mattutine che ci hai offerto, ascoltando quel magico ruscello

che scorre ancora tra i caprioli e le eterne montagne della Val Gardena,

per la forza e la determinazione di cui tu eri per noi un grande esempio,

le montagne ti hanno accolto in un abbraccio morente,

rimarrai per sempre nei cuori delle persone che hanno avuto la fortuna di incontrarti,

il Sassolungo rifletterà per sempre il tuo viso, guarderà i giovani al Capriolo e gli immancabili avventurosi che scaleranno quelle meravigliose montagne,

la tua anima venga accolta dai sorrisi degli Angeli,

anche il cielo oggi piange

Ti vogliamo bene

Read Full Post »