Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘natura’ Category

Finalmente libera, non c’è più nessuno, niente costrizioni, nessuna maschera da indossare, sola nel mio retroscena ed é da questo posto tranquillo che sento di poter esprimere quello che penso senza riserve. Sento solo i litigi degli uccellini sui rami estivi e i merli che saltellano pesanti tra le foglie, spostando il terriccio. Incontro il tuo sorriso innocente e quegli occhi giocherelloni che mi comunicano felicità. Ho voglia solo di godermi questi momenti di serenità senza bisogni da soddisfare o telefonate da rispondere.

Intreccio le dita ripensando all’Heineken Jammin Festival, alla grinta ed energia di quella ragazza. C’è una parte di me che si identifica con lei e che faccio emergere quando sono felice del momento presente e con atteggiamento di ringraziamento guardo con serenità la vita! Il titolo del suo ultimo album Flavors of Entanglement si riferisce a quelle situazioni e relazioni nelle quali si è coinvolti e dalle quali si fa fatica ad uscire. L’album è un mix di sensazioni, una montagna russa di emozioni, di sentimenti confusi che si alternano. In un intervista Alanis dice che non vuole più opporre resistenza alle emozioni, ma accettarle, il suo desiderio è quello di essere in pace con se stessa, senza essere felice a tutti i costi. La tristezza durerà 30 minuti, poi passerà!

Annunci

Read Full Post »

Prendo consapevolezza di essere, proprio in quel momento, rilassata, il respiro calmo e tranquillo e nessun pensiero oscura quel cielo azzurro, nel quale danzano i giovani kitesurfisti. Il vento tiepido avvolge il mio corpo disteso al sole e fa ondeggiare i miei capelli, producendo un fiabesco tintinnio.

Sento di dover ringraziare per quel momento. Ascolto l’acqua del mare agitarsi sotto di me, dopo che le onde sono state tagliuzzate e agitate dal molo. Sembra il rumore di una cascata, anche se il suono non è regolare, nè costante.

I raggi trasformano, pian piano, la mia pelle delicata in pelle dorata e mi invitano ad un sonno lieve, forse per non accorgermi della magia che sta avvenendo dentro di me. Ascolto le storie della mia amica distesa felice al mio fianco e ammiro la sua energica voglia di vivere. Rimaniamo solo pochi minuti in silenzio perchè i suoi racconti si alternano rapidamente, desiderosi di ricevere ascolto e comprensione.

Raggiungo la spiaggia incurante degli occhi altrui, per poi entrare in acqua e sentire caldamente tra le gambe la vibrazione delle onde cadute sul mare, spinte da quel vento ormai ribelle.

Saluto con uno sguardo il mare tormentato dalle onde e percorro l’ultimo tratto con i piedi sulla tenera sabbia, per gustarmi l’ultima fetta di torta di questa giornata stupenda!

Read Full Post »

Trovo la musica in sintonia con le mie emozioni

al ritmo del mio cuore,

amplifica le sensazioni che provo in questo momento

la ascolto ed entra senza resistenze dentro la mia anima,

questa musica evocativa accompagna il viaggio verso te

e mi lascio attraversare da essa come una montagna

che accoglie il suo ruscello.

Un incontro fugace di sguardi tra chi attende l’arrivo,

troppo imbarazzante e invadente guardare le persone negli occhi,

meglio osservare fuori dal finestrino,

persi a scrutare chissà quale desiderio

osserviamo le immagini dell’ambiente

che cambia apparentemente interessati, come se vedessimo un film:

l’alternarsi di alberi lascia intravedere in lontananza le montagne blu

che ora si nascondono dietro le case

e corro verso te superando la distanza che ci divide.

Un dolce pianoforte accompagna il mio viaggio

rendendomi improvvisamente vicina al tuo cuore.

Chiudo gli occhi e sono subito da te,

lascio l’immediatezza del presente

per entrare in una dimensione senza tempo,

mi perdo in essa alternando differenti stati di coscienza

mi lascio cullare dai ricordi di Selva,

diapositive di avventurose esperienze con te…

ti porterò sempre dentro me

e te lo dimostrerò con le mie azioni quotidiane

Read Full Post »

tramonto

Dalle prime luci dell’alba

alle ultime del tramonto,

tra le stelle che brillano nel buio

ed i raggi di sole fra le nuvole,

ogni istante della nostra vita risplende come un DONO

prezioso per noi.

è dolce ASSAPORARE ogni momento,

con la gioia nel cuore e con il desiderio di sperimentare

l’ebbrezza delle scoperta del presente.

Con gli occhi innocenti, liberi

come quelli di un bambino

riusciamo a stupirci

per le meraviglie che ci circondano:

l’incanto di una distesa verde,

il sole che splende,

i fiori bianchi di un vecchio albero,

sorridenti tra l’azzuro del cielo che li accoglie.

Sono fortunati i bambini che vivono in un’altra dimensione dell’anima

nella quale la SPENSIERATEZZA regna suprema,

conferendo un sapore unico alla vita

e trasformando come per magia, ogni cosa,

in un arcobaleno di colori.

Se guardi bene, con occhi diversi,

oltre l’orizzonte, o anche non molto lontano da te,

sei circondato di meraviglie,

che solo una mente creativa sa cogliere

perché si lascia incantare continuamente

da particolari inosservati da altri.

Nella solitudine della propria anima che dialoga con se stessa

c’è un profondo di parole non pronunciate,

l’ascolto di se stessi, dei propri dubbi,

delle paure che ostacolano il cammino.

In compagnia della propria solitudine,

possiamo accedere a stati non ordinari di coscienza,

riflettere sul senso della propria vita,

o ammirare semplicemente la bellezza della natura.

Esistono luoghi privilegiati nei quali ritrovare se stessi

e creare un ponte con la propria interiorità,

per esplorare l’abisso di misteri che regna dentro di noi.

E si aprono porte mai aperte, verso l’infinito dentro noi stessi

alla ricerca di un equilibrio interiore,

una sintonia fra noi e il mondo

che porta una dolce e totale fusione con la natura.

In questo crocevia di strade,

con l’incontro di altri inaspettati,

ti ritrovi a camminare assieme

a chi è per te importante.

Scoprirai chi sei nello sguardo delle persone che ti vogliono bene.

Troverai te stesso nell’immagine riflessa che ti rimandano gli altri:

l’identità non appartiene esclusivamente all’individuo

ma si sviluppa sempre all’interno di una interazione e di un contesto!

Read Full Post »

stream

 

Tra l’immortal respiro del vento

e le nubi correnti

ascolto il continuo scrosciare del ruscello,

ipnotico il suo canto,

veloce la sua spumeggiante corsa e

intanto vola il mio sogno di viaggiare

e di non essere qui.

I sentimenti vengono e con la stessa rapidità fuggono

come quest’acqua che si ferma talvolta

e prosegue senza mai tornare indietro.

Il suo volto cambia in continuazione,

non ho il tempo di ammirare un suo sguardo

che è già cambiato

è altro, è altra acqua.

è un rumore così soffice e così deciso

che sembra sia stato creato appositamente per l’uomo,

per far calmare il suo fiume di pensieri

quando le preoccupazioni governano la sua mente.

Questo vento scherzoso mi sussurra nell’orecchio la pace,

mi alita il soffio di vita e accarezza i miei capelli,

invaghito forse della mia bellezza.

Un profumo marino si è appena alzato insieme al mio amante vento

mi porta notizie sulla corsa del fiume

e da esso mi allontana il traditore presente freddo.

Read Full Post »

Lo senti questo concerto?

Molti si sono svegliati prima di noi

per appropriarsi di un territorio

e cantare all’amore.

Siamo circondati!

E tu che fai?

Mangi una margherita del tuo giardino,

un altro volo ci sorprende

e ritorna il cinguettio di sottofondo.

Una sottile piogerellina

si adagia timida ovunque

come la rugiada di mattina

e adesso cosa stai mangiando?

Parlare sarebbe inutile

ma nel pensare sono libera…

Non fare rumore con quella bottiglia,

lascia dormire chi al mattino non deve cantare.

Respiro l’ultima volta questa finestra di primavera

mentre tu dai l’ultima occhiata a quella margherita finita

Read Full Post »

riflesso

Perchè hai dato un senso anche a quei giorni di incosistente incontro con la sofferenza delle persone, venute al servizio per stare meglio, ma andate via con la mera illusione di qualche farmaco magico,

Perchè mi hai accompagnato con dolcezza e un ascolto non giudicante in questi anni,

Per la capacità di farmi sentire importante e inevitabilmente preziosa ai tuoi occhi,

Perchè mi ricordi che ho bisogno di sentirti parlare, annuire e stare in silenzio,

Per la tua sentita vicinanza e ambivalente presenza, altalenante tra una sicura dimora ed una insicura relazione,

Per avermi presentato la spensierata possibilità di giocare come bambini tra le colline disperse all’orizzonte, creatrici di intrecciate emozioni e di una incredibile armonia con la natura

Per trasformarmi, ogni volta che ti sento, in un sorriso sincero e permanente

Per esserci ancora

Grazie!

Read Full Post »

Older Posts »