Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘silenzio’ Category

Ghost

Vattene dalla sua vita! lasciala stare! Sei un tormento per lei e lo sei diventato anche per me! Cosa ci fai fuori dalla finestra, cosa devi guardare? Cosa vuoi prendere dalle mie parole? Cosa devi ancora spremere dal suo cuore, povera creatura indifesa! Vattene e vivi finalmente la tua vita che ora è vuota ed è immersa nelle ombre che altri creano.  Mi giro e non ti vedo, sei un fantasma creato dalle mie proiezioni? dove esisti e in che modo non mi interessa! Brucia le tue fissazioni attorno a lei. Potessi sparire dalla sua vita, fantasma indifeso che cerca di catturare il cuore altrui! Vattene per sempre e lasciami stare!lasciala stare! vattene dalla sua mente che è diventata anche la mia, dai suoi occhi e dal suo cuore!

 

Torno a pescare stelle dal cielo
per trasformarle in collane di speranze
che magico buio stasera…ricco di ricordi
me li conservo tutti, li tengo al caldo, me li riracconto per renderli ancora vivi
tra la forza di ricominciare e la paura di cambiare davvero.

 

Annunci

Read Full Post »

Siamo a metà strada

Vorrei trovarti pronto per accogliermi, il mio futuro tra le dita, i desideri della mia vita,

voglio incontrarti con il sorriso, voglio serenità sul tuo viso.

Di nuovo insieme per giocare svelando i propri sogni

di una vita appena cominciata.

Siamo a metà strada tra la mia illusione e la tua realtà,

siamo su un treno che vola senza tempo

e ti raggiungo all’istante nei miei pensieri, nelle mie domande

sono sola per amore, sono felice dentro il cuore

sono sempre io seppur diversa ai miei occhi da quella che ero e che immaginavo di poter diventare:

opera d’arte colorata a pennello, con tutti i colori sto aspettando il mio pittore,

il mio sole nero che i raggi dirama diviene dolce arcobaleno quando vede il tuo sorriso.

E sono a metà strada tra il desiderio di incontrarti e la paura di amarti,

solitario è anche il sentire che non trova sfogo in questo dire,

parole silenti senza interlocutore

a metà strada tra il cuore e la ragione.

Read Full Post »

Il mio viso riflesso sul finestrino gioca in trasparenza con le montagne laggiù,

un’espressione malinconica compare ma non la guardo,

penso a come ho trasformato faticosamente l’immagine che ho di te,

l’ho voluta cambiare per non avere tutte quelle aspettative,

per non soffrire quando non risponde la tua voce

e cade nel vuoto una richiesta di aiuto.

Rimango io la migliore amica di me stessa,

l’unica fedele compagna,

quella mutevole ma costante presenza che sospira dentro me.

Prima di incontrarti vivevo da sola,

io per certo esisto,

tu sei una possibilità,

un essere esterno, vacillante presenza nella mia vita

sei un fantasma che entra ed esce dai ricordi…

ora ti chiudo per l’ultima volta nello scrigno delle persone più speciali che abbia mai incontrato

lo faccio ora, ti chiudo a chiave

sento un tonfo ma non mi spaventa

è cambiato qualcosa dentro me:

gli effetti saranno più reali della realtà stessa.

Lasciami vivere così

rimani chiuso nei ricordi più belli!

Accenno un sorriso mentre resto ferma ad immortalar questo momento.

Read Full Post »

Trovare un senso

cercando parole che descrivano questo silenzio

e una musica che faccia danzare il mio cuore

al ritmo dei battiti che mi allegrano adesso,

vorrei volare leggera nell’aria intrecciata a te

delicato il nostro sentimento come ali da non toccare

ma forte da farci volare in alto lontano da ciò che è finito,

lontano da chi mi illude di volermi bene.

Basta un soffio di vento e sono da te

ma tu lasciami libera,

lasciami vivere la mia vita senza chiedermi di cambiare,

accettando tutta l’incertezza che costante mi avvolge,

sfiorami con le tue parole d’amore

fammi sentire accolta anche se lontana

e sarò lì ad aspettarti

come i bambini che aspettano la fine della scuola,

come l’erba soffocata dalla mancanza della pioggia,

come bianchi fiori che accolgono due amanti

sui loro delicati petali d’amore

Read Full Post »

Prendi le tue note ed allontanati velocemente da me, non voltarti, lasciami sola a contare i rami secchi che hai spezzato calpestando il mio cuore nei giorni in cui mi hai sepolto nelle lontane stanze vuote e incustudite della tua fredda anima. Sono stanca di camminare davanti a te, di voltarmi e ogni volta di non trovarti. Dove sei? Seguo le tue impronte ma non sei davanti a me.

Sopra le nuvole sento che ci sei tu, questo tronco sei tu, questo cielo blu i tuoi occhi sfuggenti non coinvolti dai miei temporali. Lasciami vivere a modo mio, con le mie emozioni ma tu non turbarmi, vola via in alto, apri le tue ali grandi e spicca un volo deciso lontano da me, rimarranno i ricordi, lasciami sola con il tempo sereno e con le tempeste, non coinvolgermi più. Sei ovunque qui nei sassi silenziosi del sentiero, nei buchi dei picchi che si accomodano tra gli alberi morti, nell’aria profumata che mi avvolge caldamente, negli alberi scuri che incomprensibilmente mi dominano, dimori in questo tacito silenzio, sei alla fine ovunque.

Non voglio ascoltare più la tua voce e perdermi avvolta nei tuoi pensieri turbolenti, non mi vuoi e non portarmi appresso, lasciami lontano dalla tua vita, fuggi via da me

Read Full Post »

tramonto

Dalle prime luci dell’alba

alle ultime del tramonto,

tra le stelle che brillano nel buio

ed i raggi di sole fra le nuvole,

ogni istante della nostra vita risplende come un DONO

prezioso per noi.

è dolce ASSAPORARE ogni momento,

con la gioia nel cuore e con il desiderio di sperimentare

l’ebbrezza delle scoperta del presente.

Con gli occhi innocenti, liberi

come quelli di un bambino

riusciamo a stupirci

per le meraviglie che ci circondano:

l’incanto di una distesa verde,

il sole che splende,

i fiori bianchi di un vecchio albero,

sorridenti tra l’azzuro del cielo che li accoglie.

Sono fortunati i bambini che vivono in un’altra dimensione dell’anima

nella quale la SPENSIERATEZZA regna suprema,

conferendo un sapore unico alla vita

e trasformando come per magia, ogni cosa,

in un arcobaleno di colori.

Se guardi bene, con occhi diversi,

oltre l’orizzonte, o anche non molto lontano da te,

sei circondato di meraviglie,

che solo una mente creativa sa cogliere

perché si lascia incantare continuamente

da particolari inosservati da altri.

Nella solitudine della propria anima che dialoga con se stessa

c’è un profondo di parole non pronunciate,

l’ascolto di se stessi, dei propri dubbi,

delle paure che ostacolano il cammino.

In compagnia della propria solitudine,

possiamo accedere a stati non ordinari di coscienza,

riflettere sul senso della propria vita,

o ammirare semplicemente la bellezza della natura.

Esistono luoghi privilegiati nei quali ritrovare se stessi

e creare un ponte con la propria interiorità,

per esplorare l’abisso di misteri che regna dentro di noi.

E si aprono porte mai aperte, verso l’infinito dentro noi stessi

alla ricerca di un equilibrio interiore,

una sintonia fra noi e il mondo

che porta una dolce e totale fusione con la natura.

In questo crocevia di strade,

con l’incontro di altri inaspettati,

ti ritrovi a camminare assieme

a chi è per te importante.

Scoprirai chi sei nello sguardo delle persone che ti vogliono bene.

Troverai te stesso nell’immagine riflessa che ti rimandano gli altri:

l’identità non appartiene esclusivamente all’individuo

ma si sviluppa sempre all’interno di una interazione e di un contesto!

Read Full Post »

mistery1.jpg

Ti ascolto,

parlami, tenebrosa oscurità,

svelami le verità di questa bufera

che il mio cuore raggela,

dimmi perchè,

perchè disastrose tempeste nascono in me

e divorano la mia anima,

Perchè?

Dimmi tu,

tu, silenzio,

in questa notte solitaria,

perchè ci sei? Sei falso, non sei pacifico,

ho paura che tra poco tu sia rotto

da una mostruosa calamità,

un tornado? Non lo so ma qualcosa di terrificante.

Allora non parli?

Nulla da dire a tua discolpa?

Natura sei viva o morta?

O mondo, o terra sapete che ci sono?

Vi hanno avvertito del mio arrivo?

Tu dolce stellina che mi guardi ammutolita,

come ti senti senza luna?

Perchè non hai altre stelle vicino?

Sei falsa anche tu?

Dicono che la luce che vedo adesso

provenienete da te non sia reale

perchè è passato un pò di tempo

da quando l’hai mandata quaggiù.

Sei viva allora?

Anche tu soffri?

Che c’è? Perchè mi guardi?

Ho bisogno d’amore,

ho bisogno di pace,

vorrei trasformare questa terribile foresta in un allegro giardino fiorito primaverile,

per saltarvi e danzare la leggerezza della vita

perchè io so che tu vita sei bella!

Dio stammi vicino

e augurami Buon Cammino!

Read Full Post »

Older Posts »